L'opera cresce a vista d'occhio
Rossella Ghezzi
03/03/2004 ViviMilano Corriere della Sera

Perceive through their feelings, the energy of a place. Breathe the intensity and then shape it without providing the end result, translating invisible forces and dynamics in tangible conformations.

This is the operation mode of the young American Phoebe Washburn, who turns his interest to the cycles and the power lines. For a week, from the windows of the Ierimonti Gallery, the artist  will be visible while creating a large installation, in occasion of her first solo show in Italy. The execution of the work, consisting of countless pieces of driftwood and colorful cardboards, will go on for several days, and even after the opening, it will be possible to follow the stages of construction.

 

 

 

Percepire, attraverso le proprie sensazioni, l'energia di un luogo. Respirarne l'intensità per poi darle forma senza prevedere il risultato finale, traducendo forze e dinamismi invisibili in conformazioni tangibili.

Si manifesta così il modo di operare della giovane americana Phoebe Washburn, che rivolge il proprio interesse ai cicli e alle linee di energia. Da una settimana, visbile dalle vetrine della Ierimonti Gallery, l'artista sta realizzando una grande installazione, in occasione della sua prima personale italiana. L'esecuzione dell'opera, composta da innumerevoli pezzi di legni e cartoni colorati, si protrarrò per diversi giorni e, anche dopo l'inaugurazione, sarà possibile seguirne le fasi di costruzione.